LIBERA ACCADEMIA DI ROMA UNIVERSITA' POPOLARE DELLO SPORT                                        
LAR ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE & UPS ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA 


LAR - Workshop LAR - Corsi LAR - Eventi LAR - Viaggi

OPENDAY dal 22 al 28 settembre 


Settimana dell’orientamento dal 22 al 28 settembre 2019. Open Day - Incontri - Lezioni - Eventi; attività gratuite aperte a tutti. Festeggiamo insieme i 25 anni del nostro progetto culturale.
Leggi tutto sul Grande Almanacco a pag. 9

ISCRIZIONI ONLINE 

VIAGGI E COOPERAZIONE 

 


I nostri progetti di viaggio:
“Le vie della seta”
“Comunitá viandanti”
"Europa Programma Erasmus"
“Le capitali della cultura 2020”
"Marrakech 2020, Capitale della Cultura Africana"

Leggi tutto sul Grande Almanacco a pagina 41

Le segreterie sono aperte per iscrizioni e informazioni dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30-13.30 e 14.30-19, viale Giulio Cesare 78 ( A Ottaviano) - via Flavio Stilicone 41 (Metro A Lucio Sestio)
Tel. 06.37716304/363 - 06.99702866
info@accademialar.it   info@universitapopolaredellosport.it

LINGUE 

Arabo - Francese - Inglese - Spagnolo - Italiano per stranieri

Fai il test online gratuito
Scopri il Feedback  dei nostri corsi

PROVERBIO FRANCESE
Ce que poulain prend en jeunesse, il le continue en vieillesse.
Ciò che il puledro impara in gioventù lo continua in vecchiaia.

 

Mito Musica e Letteratura

A cura di Angela D’Agostini
Niente è più bello e felice che avere le ali… Aristofane


VIAGGI DELL’ANIMA
Seguire i percorsi che figure e temi della mitologia classica, e non solo, hanno tracciato nell’immaginario collettivo e nella storia musicale e letteraria dell’Occidente, sarà il punto di partenza per entrare in contatto con la nostra psiche e con alcuni degli interrogativi più profondi sull’esistenza. Le lezioni saranno accompagnate dal confronto e dalla condivisione sui temi di volta in volta affrontati. Indicazioni bibliografiche verranno fornite durante gli incontri. Il corso è strutturato in più moduli che suggeriscono un cammino formativo, ma che possono essere combinati liberamente per personalizzare il proprio percorso. Un colloquio con l’insegnante potrà aiutarti a scegliere il percorso più adatto alle tue esigenze. Rivolgiti in segreteria per un appuntamento oppure scrivi una mail alla docente Angela d'Agostino


MODULO INTRODUTTIVO
Miti e Mitologie
Dedicato a chi intende avvicinarsi allo studio della mitologia.
Mythos e Logos: che cos’è il mito. Dalla tradizione orale alla scrittura. Il mito ed il pensiero junghiano: simboli, archetipi e conoscenza di sé. Ricercare il proprio mito. Analisi delle principali figure della mitologia greca: gli amori di Gea ed Urano e le origini dell’universo. I Titani e la lotta di Zeus per la conquista del potere. Le divinità olimpiche. Fanciulle e fanciulli divini: Afrodite, Artemide, Pallade Atena; Apollo e Dioniso. Il mito della Grande Madre: Ecate, Demetra e Persefone. Le astuzie di Prometeo, la nascita del genere umano, il vaso di Pandora. Storie di eroi: Perseo e la testa di Medusa. Storie d’amore: Orfeo ed Euridice, Eco e Narciso, la favola di Amore e Psiche.


MODULO AVANZATO
L’Anima e l’Immaginario
Dedicato a chi intende approfondire lo studio della mitologia attraverso la letteratura e la musica.
Per ogni mito trattato, inizieremo con la ricostruzione della storia attraverso le fonti più antiche e ne approfondiremo i significati simbolici alla luce della psicologia archetipica. Passeremo poi alle reinterpretazioni poetico-letterarie del mito, con particolare riferimento alla letteratura del Novecento e infine, attraverso l’ascolto musicale, potremo riviverne i contenuti a livello emozionale. La scelta cadrà su alcuni dei miti riportati nell’elenco seguente:
MITI CLASSICI: il filo di Arianna, il Labirinto e la ricerca del centro; Cassandra e la forza della verità; Ecuba: la rabbia e il dolore della Grande Madre; Orfeo, il potere della musica e il mito del poeta; Eracle, il materialismo e la coscienza eroica dell’Io; Ifigenia ovvero il mito e il rito del sacrificio; Aiace: integrità dell’io e sentimento della vergogna; Narciso: la coscienza del corpo e la dualità della natura umana; Anfitrione e il tema del Doppio; teatro ed ebbrezza tra oriente e occidente: Dioniso e Śiva (new); Fedra e Didone: passioni negate e follia d’amore; Tiresia: l’archetipo del Veggente e il carattere numinoso della cecità (new); le anfore senza fondo delle Danaidi e il paradosso del desiderio; il bisogno primordiale del capro espiatorio da Edipo al Signor Malaussène di Daniel Pennac (new); Iside e Osiride: fertilità e maternità; la fatica di Sisifo e l’assurdo del vivere; Persefone, Demetra e l’Eterno ritorno; Afrodite: la dea alchemica; Filottete e la forza della vulnerabilità; il daimon e il richiamo dell’anima tra cielo e terra; il tema del viaggio e l’esperienza del limite in Odisseo; Hermes: il riso divino e la coesistenza degli opposti.
MITI MODERNI: Faust ed il fascino del male; l’Orlando furioso, poema della dissonanza e della follia; Salomè: Eros, Thanatos e l’archetipo della femme fatale; Amleto: l’eroe del dubbio e dell’angoscia metafisica.
MITI A CONFRONTO: gli Uccelli di Aristofane e il Sogno di una notte di mezz’estate di Shakespeare: fascino dell’immaginazione e potere trasformativo della visione (new); l’identità perduta e il lato oscuro della sovranità dai Persiani di Eschilo a Riccardo II ed Enrico IV di Shakespeare; estetica del desiderio e metafisica della seduzione dal mito di Adone a Don Giovanni; Elettra e la Tempesta di Shakespeare: la logica della vendetta e del perdono.
ALTRE TRADIZIONI: Gilgamesh, l’eroe alla ricerca della vita eterna; Shahrazād e i racconti delle Mille e una notte: il potere iniziatico e terapeutico della narrazione.

SEMINARI DI APPROFONDIMENTO
Incontri tematici e seminari brevi per chi ha un minimo di familiarità con la materia e per chi desidera dare al proprio percorso una dimensione che sia anche esperienziale. Si richiede infatti una minima disponibilità alla condivisione e al lavoro di gruppo.

DIO É MORTO: il teatro e l’oltre nel Lazzaro di Pirandello.
SABATO 15 FEBBRAIO E SABATO 14 MARZO ORE 10-13
Secondo dramma dei miti moderni, che segnano l’ultima stagione creativa del teatro pirandelliano, Lazzaro - preceduto dal mito sociale della Nuova colonia e seguito da quello artistico dei Giganti della montagna – è il mito religioso, che esemplifica sulla scena il rapporto dello scrittore con la fede cristiana. Il miracolo della resurrezione, attualizzato, sovverte le vite dei protagonisti e si trasforma in una rinascita spirituale in cui la religione, al di là di ogni illusoria consolazione e di ogni forma di rigorismo cattolico, diviene ricerca di una sacralità vitalistica e terrena ed espressione di un autentico sentimento di amore.

“LA BELLEZZA SALVERA’ IL MONDO”: lettura dell’Idiota di F. Dostoevskij.
SABATO 4 APRILE E SABATO 16 MAGGIO ORE 10-13
Con la toccante storia del principe Mýškin, un uomo “positivamente buono”, portatore di amore ed autenticità, creatura pura e innocente di fronte al brutale cinismo della società, il grande scrittore russo ci invita ancora una volta a rivolgere lo sguardo a noi stessi, a riflettere sull’imprevedibilità e sulla misteriosa doppiezza che caratterizza la natura umana, sul problema del male e sulla ricerca di una possibile via di salvezza.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information